Amore e Psiche-Apuleio|Recensione

Morirei cento volte piuttosto che rinunciare a questa dolcissima unione con te.Chiunque tu sia, io ti amo , ti adoro come la mia anima. -Psiche

E così apro la mia recensione di un libro che ho sempre voluto leggere e amato questa storia , la versione Giunti Y ha sia la versione italiana e latina.Vi lascio la trama del libro..

Un’antica leggenda riporta una storia immortale di passione tra dèi e umani. Narra del bellissimo dio Amore, figlio di Venere, che perde la testa per la mortale Psiche, figlia di un grande re. Per nascondere la propria infatuazione alla madre, gelosa della bellezza della ragazza, Amore decide di unirsi a lei solo di notte, celandole la propria identità. Psiche sa che le è vietato vederlo e lo accetta, fino a quando non sente la necessità di ribellarsi per conoscere finalmente la verità. Il volume presenta un estratto da Le Metamorfosi.

Amore e Psiche è un tratto della più nota delle favole contenute nell’opera “Le Metamorfosi” di Apuleio e si estende per tre degli undici libri di cui è costituito il romanzo.La favola è a scopo umoristico da un lato troviamo Cupido alias Eros in greco signore dell’amore e del desiderio e unendosi a Psiche umana le donal’immortalità.Per raggiungere il suo amato dovrà affrontare 4 prove di cui una si tratta nel scendere negli inferi e purificarsi. Parlando di Psiche è una bellissima fanciulla  che non riesce a trovare marito, diventa l’attrazione di tutti i popoli vicini che le offrono sacrifici e la chiamano Venere. La divinità,gelosa per il nome usurpatole, invia suo figlio Eros perché la faccia innamorare dell’uomo più brutto e avaro della terra e sia coperta dalla vergogna di questa relazione, ma il dio sbaglia mira e la freccia d’amore colpisce invece il proprio piede ed egli si innamora perdutamente della fanciulla.Psiche viene così portata a malincuore sulla cima di una rupe e lì viene lasciata sola. Con l’aiuto di Zefiro, Cupido la trasporta al suo palazzo dove, imponendo che gli incontri avvengano al buio per non incorrere nelle ire della madre Venere, la fa sua; così per molte notti Eros e Psiche bruciano la loro passione in un amore che mai nessun mortale aveva conosciuto.Una notte Psiche, istigata dalle sorelle, con un pugnale ed una lampada ad olio decide di vedere il volto del suo amante, nella paura che l’amante tema la luce per la sua natura malvagia e bestiale,il dubbio di rilevare il volto del suo amnate una goccia d’olio cade dalla lampada e ustiona il suo amante che subito fugge.Psiche inizia così a vagare per diverse città alla ricerca del suo sposo, si vendica delle avare sorelle e cerca di procurarsi la benevolenza degli dei, dedicando le sue cure a qualunque tempio incontri sul suo cammino.Però arrivato al tempio della dea Venere e si dedica interamente a lei per cercar di placare l’ira e il disonore del figlio. Venere la sottopone a quattro prove diverse di cui la quarta più difficile prova consiste nel discendere negli Inferi e chiedere alla dea Proserpina un po’ della sua bellezza. Incuriosita Psiche apre l’ampolla data dalla dea Proserpina , il contenuto in realtà altro non è che il sonno più profondo.Questa volta verrà in suo aiuto Eros, che la risveglia dopo aver rimesso a posto la nuvola soporifera uscita dall’ampolla e va a domandare aiuto a suo padre. Solo alla fine, lacerata nel corpo e nella mente, Psiche riceve con l’amante l’aiuto di Giove: mosso da compassione il padre degli dei fa in modo che gli amanti si riuniscano: Psiche diviene una dea e sposa Eros.

In conclusione dopo che Psiche ne ha passate di cotte e crude , finalmente può unirsi al suo amato ^w^/

 

Precedente The Legend Of Zelda -A link to the past|Recensione

One thought on “Amore e Psiche-Apuleio|Recensione

I commenti sono chiusi.